#Noiconvoi 2016

#Noiconvoi – In bici (anche insieme a Stefano Zanini) per Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto

Sappiamo tutti cos’è accaduto il 24 agosto scorso, quando il terremoto ha devastato le zone al confine tra Lazio, Marche, Umbria ed Abruzzo: un numero elevato di vittime, paesi distrutti e vie di comunicazione bloccate.
In questi mesi le iniziative per sostenere le popolazioni colpite si sono moltiplicate in tutta Italia e anche all’estero, con raccolte fondi di ogni genere. Tra le tante, ho scelto di raccontarvene una che mi ha colpito e che coinvolge anche il ciclismo: la #Noiconvoi – In bici per Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto.

Organizzata praticamente in un mese, ha raccolto una partecipazione davvero corposa sia dal punto di vista dei ciclisti iscritti sia da quello delle numerose aziende e associazioni che hanno dato il loro contributo affinché tutto si potesse svolgere alla perfezione. Lo scopo di questa manifestazione è stato il raccogliere fondi per il rifacimento delle strade danneggiate dal sisma. Oltretutto, come specificato nel sito ufficiale (http://www.noiconvoi2016.it/), i soldi raccolti saranno consegnati direttamente ai sindaci delle tre città, per essere sicuri al 100% che restino nelle mani di chi ne ha davvero bisogno. 

Una collana di paesini e casette che il viaggiatore moderno ignorava, fino a a scoprirne il dolore e la distruzione. Prendere la bici e fare rotta verso Ascoli, passare davanti ad Amatrice e Accumoli, poi Pescara del Tronto e Arquata sarà il modo migliore per ripensare a quest’area com’era e come ci piacerebbe torni ad essere.

(http://www.noiconvoi2016.it/le-motivazioni/)

#Noiconvoi 2016

Tra i numerosi appassionati che ieri si sono dati appuntamento a Posta (RI) c’erano anche diversi corridori professionisti ed ex professionisti, a partire da Michele Scarponi, marchigiano dell’Astana accompagnato dal compagno di squadra Dario Cataldo, passando per l’ex campionessa del mondo Marta Bastianelli, Gianni Bugno, Alessandro Petacchi, Giovanni Visconti e tanti altri. In settecento hanno pedalato fino ad Ascoli Piceno, dove non è certo mancato il consueto pasta-party conclusivo, che questa volta non poteva che essere a base di amatriciana.

Siccome però non mi bastava parlarvene semplicemente, ho osato chiedere ad un varesotto d’eccezione, Stefano Zanini (direttore sportivo dell’Astana ed ex corridore professionista con all’attivo diverse vittorie tra cui una Amstel Gold Race), di raccontarmi qualcosina su questa pedalata a cui anche lui ha partecipato.

#Noiconvoi 2016

Allora, tirando le somme il giorno dopo, com’è andata questa #Noiconvoi? Mi sono informata un po’, ovviamente, ma è sempre bello sentire la voce di qualcuno che ha partecipato.  

È stata chiaramente una bella cosa, perché fatta a favore della gente che ha subìto il terremoto. Abbiamo risposto volentieri alla chiamata di Enzo Vicennati, che ha fatto il giro di tutti e così ci siamo ritrovati, un po’ di corridori, di ex e di fan.

Eravate in 700, un gran bel numero. E poi per gli appassionati è sempre un piacere pedalare insieme ad alcuni di voi!

Sì, il fatto di pedalare come succede all’8 dicembre (Pedala con i Campioni) piuttosto che alla mia pedalata (Pedala con Zazà) con calma, a velocità turistica, ti permette appunto di parlare con la gente, fare quattro chiacchiere. E per loro credo che sia un momento molto importante e bello.

Ma questa volta mi sa che deve essere stata un’emozione diversa, passare in quelle zone …

Sì, assolutamente. Poi c’erano degli appassionati che erano della zona e ci hanno parlato dei tre paesi, di quello che è successo e che sta succedendo. È stata veramente una bella cosa, è stato bello vedere tanta gente.

Ho visto anche che con la Pedala con i Campioni avete fatto una donazione…

Sì, abbiamo fatto una donazione di 1000 euro a #Noiconvoi. E questo è merito della gente che crede nella Pedala con i Campioni e in quello che facciamo, nella nostra trasparenza.

L’8 dicembre prossimo ci sarà quindi un legame con questa iniziativa?

Ufficialmente no, ma ieri ho invitato un po’ di gente, vediamo se hanno voglia di venire.

Finiamo la telefonata con una risata, perché dopo aver visto il video di Paolo Belli (sì, c’era anche lui!) non si può rimanere seri di fronte ad un metodo meraviglioso per risolvere le crisi di fame: un bel tòc – come si dice da queste parti – di guanciale acquistato in un chiosco poco prima della partenza!

#Noiconvoi 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...